Brusco:Roma Turn Rasta

From Lyriki
Jump to navigation Jump to search
Information This page was auto generated and its contents should be reviewed.
Please, take the time to ensure the page content is mostly correct and that there isn't another page for this song.
You may then remove this warning by editing the page contents and deleting the {{autoGenerated}} tag.
“Roma Turn Rasta”
Artist: Brusco
Albums: No Title (2001)

Mosseva, senti Brusco che sta qua, oh si
Vengo da Roma e Roma turn rasta
Tutta l'Italia sta guasta
Una dancehall al giorno non basta
La musica reggae piace più della pasta
Vengo da Roma e a Roma mo è festa
La guardia ormai non mi arresta
È tutto apposto ma ho una richiesta
Voglio il papa coi dreadlock in testa
Salgo su una honda, prima e poi seconda, sto con una bionda, tutto va una bomba, c'ho pure la ganja ma non serve la nasconda dentro ai pedalini oppure accanto all'anaconda
Mi dirigo in danza con la speranza di beccare Giulia, Sara, Marta, Claudia e Sandra
So che alla consolle ce sta Lampa che comanda non c'è niente che mi manca
Vengo da Roma e Roma turn rasta
Tutta l'Italia sta guasta
Una dancehall al giorno non basta
La musica reggae piace più della pasta
Vengo da Roma e a Roma mo è festa
La guardia ormai non mi arresta
È tutto apposto ma ho una richiesta
Voglio Fini coi dreadlock in testa
Lo sai già vengo da Roma ma in Italia il reggae brucia in ogni zona, brucia a Torino, brucia ad Ancona, brucia nel cuore di ogni persona, in ogni dance musica buona e c'è la dancehall queen che indossa la sua corona, in ogni dance bella a chi suona e diffonde il reggae ogni giorno a ogni ora
Vengo da Roma e Roma turn rasta
Tutta l'Italia sta guasta
Una dancehall al giorno non basta
La musica reggae piace più della pasta
Vengo da Roma e a Roma mo è festa
La guardia ormai non mi arresta
È tutto apposto ma ho una richiesta
Voglio Veltroni coi dreadlock in testa
La gente mi saluta col gunshot come a Falluja, sta crew lo sai che brucia come il pane colla nduja
A Roma, Milano, Torino, Venezia, Palermo, Lecce e Perugia dovunque si vada c'è un sound e una tipa che si struscia, ndo annamo conquistamo e non ci spaventiamo chicco tu c'hai il pezzo ma io c'ho le bombe a mano e giorno dopo giorno guarda quanti siamo allora vota Brusco come premier italiano
Vengo da Roma e Roma turn rasta
Tutta l'Italia sta guasta
Una dancehall al giorno non basta
La musica reggae piace più della pasta
Vengo da Roma e a Roma mo è festa
La guardia ormai non mi arresta
È tutto apposto ma ho una richiesta
Voglio Totti coi dreadlock in testa